Mi presento

Annunci

Salve e piacere di conoscervi! Sono Luca Vannucci, un ex compagno di classe di Alberto, e oggi ho deciso di provare questa nuova avventura del blogging (o meglio, del guest-blogging) per comunicare e condividere tante cose che ho imparato in quel faticoso e duro percorso comunemente chiamato vita. Avremo sicuramente tempo di conoscerci a fondo, attraverso gli articoli e i commenti che, se ci saranno, sarò più che felice di leggere e affrontare.

Comunque, in breve, sono un ragazzo che ama scrivere, abbastanza egocentrico e ansioso di condividere spesso ciò che scopro con più persone possibili. Mi trovo in un momento particolare della mia vita, in cui ho molto tempo libero e in cui mi sto scoprendo tanto, sto crescendo e sto imparando. A differenza di Alberto, sono sempre stato un fissato con la scuola. Ho studiato troppo, senza mai dedicarmi ad altro se non allo studio. Questo, purtroppo, non ha avuto felici conseguenze: ho vissuto e sto vivendo un momento in cui mi sto mettendo molto in discussione. Da qui nasce il desiderio di condividere questo mio viaggio in me stesso e le scoperte che sto facendo riguardo alla mia anima, ma in generale, riguardo all’anima umana, per poter aiutare chi mi legge a ritrovarsi nelle mie parole, o semplicemente, leggendole, ad analizzare se stesso e ad arrivare ad una conoscenza più profonda di sé.

Detto questo, spero che i miei articoli vi interessino, ma soprattutto che possano davvero esservi utili a vivere un po’ più consapevolmente. Se vi piacerà ciò che scriverò, o se semplicemente vi starò simpatico, potete seguirmi su Instragram sia sul mio profilo personale (@luca_vannucci) che sulla mia pagina dedicata a ciò che ho tanto, e troppo, studiato, ma che ho anche tanto amato (@raccontami_musa_dell_uomo).

Cos’è il Guest Blogging?

Annunci

Ho deciso di affrontare questo tema proprio in occasione dell’avvento di questa pratica nel mio blog. Infatti nei giorni a venire inizierà a scrivere in questo blog un nuovo “guest blogger”. Bene. Adesso passo a spiegarti cosa si intende con questa espressione e cosa fa una persona o un blog che decide di praticarla.

Iniziamo dalla parola. Come vedi è la semplice unione di due parole molto comuni. “Guest” dall’inglese “ospite” e “blog”, che è esattamente ciò in cui stai leggendo questo articolo. Semplice no?

Ok approfondiamo un po’ l’argomento. Ovviamente non tutti vogliono (o possono) aprire un blog; questo però non deve fermare chi, pur non avendo un blog, vuole esprimere le sue idee e dire la sua sui temi che preferisce. Si, si possono utilizzare altri mezzi (social, podcast ecc…), ma pochi strumenti sono così poco vincolati come i blog.

In pratica consiste in questo. Una qualsiasi persona che vuole affrontare alcuni temi e rivolgerli ad un pubblico, ha la possibilità di contattare o essere invitato dal proprietario di un blog a pubblicare alcuni articoli. In questo modo l’amministratore del blog può aggiungere contenuti interessanti e di qualità tra quelli proposti, e il “guest blogger” è in grado di liberare la sua fantasia e iniziare a scrivere, scrivere e scrivere, e perchè no, farsi un po’ di pubblicità.

Voglio precisare che questa pratica non è rivolta solamente a chi non possiede un blog. Al contrario spesso gli amministratori di piccoli blog contattano coloro che possiedono blog con molto traffico per scrivere qualche articolo, ricevendo in cambio un po di pubblicità per sé. È una cosa assai diffusa, accettata e richiesta da molti blogger.

Ovviamente ci tengo a precisare un aspetto importante di questo metodo. Se ti trovi “ospite” nel blog di un’altra persona non avrai la possibilità di trattare temi che sono eccessivamente lontani dalle tematiche che di solito questo affronta. O almeno è necessario che tu segua il filo conduttore di quest’ultimo. Pensa che alcuni blogger decidono di creare degli spazi appositi per elencare le prerogative che il guest blogger deve rispettare per poter pubblicare. Un’ultima curiosità. Nella maggior parte dei casi la pubblicazione non è diretta ed è sempre necessaria la revisione e l’approvazione dell’amministratore.

Il guest blogging è spesso utilizzato anche per motivi leggermente più tecnici. Viene utilizzato per migliorare la SEO del proprio sito o blog. Infatti una delle condizioni per cui Google in particolare, ma anche gli altri browser, inseriscono o meno il tuo sito/blog tra i primi risultati nelle pagine di ricerca, è la presenza di link in entrata su pagine con molto traffico. In pratica, se su un blog o su un sito molto grande ed importante è presente un link che rimanda alle tue pagine, i bot di Google saranno maggiormente interessati a mostrare il tuo sito nelle prime pagine di ricerca.

Spero che questo articolo ti sia stato utile e ti abbia chiarito un po’ le idee. Commenta qua sotto se vuoi approfondimenti. E soprattutto dai un grande benvenuto al mio nuovo Guest Blogger! Nei prossimi giorni si presenterà con alcuni annunci molto molto interessanti, dagli un’occhiata e fagli sapere la tua opinione !

Cos’è l’intelligenza finanziaria?

Annunci

Questo è un tema più che delicato. Non è un concetto che si impara per sempre e poi si applica come le tabelline. Questa è una materia che richiede uno studio continuo e costante. Per questo motivo ti avverto che non sarò io a darti tutte le risposte che cerchi. Cercherò però di darti alcune delle informazioni che ho appreso fino ad ora grazie ad alcuni dei libri più famosi che si sono concentrati su questo tema.

Intanto cosa si intende per intelligenza finanziaria. Non si tratta dell’intelligenza che ti fanno credere durante gli studi. In questo campo non è intelligente chi prende un bel voto o chi ottiene il posto di lavoro migliore o con lo stipendio più alto. In questo caso l’uomo intelligente non è colui che vuole apparire o che agisce allo scopo di far vedere agli altri che ha raggiunto l’obbiettivo che tutti avevano previsto per lui.

L’intelligenza finanziaria è un vero e proprio modo di pensare, che ti porta senz’altro a fare alcune azioni piuttosto che altre, ma devi tenere presente che tutto parte dalla tua testa, dal tuo pensiero.

Cerco di darti alcuni consigli che possono introdurti a questo argomento e aiutarti a capirne qualcosa in più. Una delle prime cose che mi sento di dirti è di riflettere su una cosa. Cos’è per te la ricchezza?

Per capire l’intelligenza finanziaria, ma anche per capire qualsiasi cosa che sia distante da ciò che credi o hai sempre creduto, è necessario metterti in discussione, cambiare le tue abitudini e le tue idee. Per molti la ricchezza è fare carriera, avere uno stipendio il più alto possibile, avere una bella casa e una bella macchina. Per altri non è così. Per altri ricchezza è libertà…la libertà di avere l’unica cosa che non possiamo comprare: il Tempo.

Quindi la risposta per me è: diventi “ricco” nel momento in cui smetti di lavorare per il denaro e inizi a far lavorare il denaro per te. Mi spiego meglio. Nel momento in cui avrai creato delle entrate passive o semi-passive che possano darti ciò che ti serve, avrai fatto ciò che la maggior parte delle persone non fa. Quando ti accorgerai che questo deve essere l’obbiettivo e non arrivare al punto più alto della tua carriera, non avendo tempo per le cose davvero importanti, avrai portato a termine la prima grande tappa dell’intelligenza finanziaria.

Magari non ti ho detto niente di nuovo e già hai questo obbiettivo. Allora complimenti. Ora non ti resta che iniziare a concentrarti sull’acquisto di attivi. Cosa sono? Sono tutti quelli che rispecchiano la descrizione che ti ho fornito prima. NON legati al tuo tempo. Investimenti, settore immobiliare, pubblicazione di libri e tanti tanti altri. Ci sono moltissime cose da sapere su questo tema e molte sicuramente sono anche interpretabili. Per questo ti consiglio fortemente di continuare a informarti per capire tutti i “segreti” di coloro che hanno fatto di questi concetti uno stile di vita.

Ti consiglio adesso di leggere il libro che mi ha svegliato, che mi ha fatto capire quali volevo che fossero i miei obbiettivi e mi ha dato la prima spinta per partire nel mio percorso. Se lo hai già letto e ancora non hai avuto la motivazione ti consiglio di rileggertelo subito, altrimenti fossi in te non aspetterei altro tempo e mi muoverei subito.

Padre Ricco Padre Povero. Quello che i ricchi insegnano ai figli sul denaro. Robert T. Kiyosaki.

Inizia il tuo percorso ! Ti lascio qua il link del libro: https://amzn.to/37c25Te

Come convincere qualcuno di qualsiasi cosa

Annunci

Questo è un tema molto particolare, che mi è capitato di trovare in diversi dei libri che ho letto e in alcuni corsi sulle tecniche di vendita. Vorrei fare una premessa però. Qualsiasi “tecnica di persuasione” di cui tu possa aver sentito parlare, non è da intendere come un modo per ingannare gli altri.

Infatti questi sono solitamente metodi, se così si possono definire, che non servono per annientare le possibilità della persona che hai di fronte di poterti dire di no, ma forse servono più a te per capire quando qualcuno sta approfittando di alcune di queste tecniche per convincerti di qualcosa…e quello è il momento in cui è necessario tirare fuori le tue conoscenze, capire l’inganno e tirartene fuori.

Quindi arrivati a questo punto, se stai davvero cercando il modo di “convincere qualcuno di qualsiasi cosa”, puoi lasciare immediatamente questo articolo e cercare un bel corso di magia per mentalisti.

Scherzi a parte. Non voglio dire che queste conoscenze debbano rimanere inutilizzate, se non per difendersi, anzi, in ambito lavorativo alcuni di questi metodi ti possono insegnare come è meglio comportarsi per ottenere il meglio da una conversazione con un datore di lavoro impaziente o con un cliente poco interessato.

Adesso vi anticipo alcune tecniche di cui sicuramente vi sarete accorti nella vita di tutti i giorni. Vi è mai successo che qualcuno vi fermasse per strada e cercasse di vendervi qualcosa o di convincervi a fare qualche donazione? (ovviamente mi riferisco a quelle persone che cercano di ingannarvi non a persone oneste). Beh, a me succede di continuo. La prossima volta che vi accadrà, fate attenzione ad alcune di queste cose.

  • La preda: la maggior parte di queste persone tende ad avvicinarsi a gruppi di persone e non a una persona singola. Questo perchè spesso fanno leva sull’impressione che voi volete dare agli altri di voi stessi. Mi spiego. Se qualcuno viene a chiedervi di fare una donazione e vi trovate da soli, non vi fermerete nemmeno un secondo a pensarci se non siete interessati. Se invece vi trovate insieme ad alcuni amici o conoscenti, non pensate qualche attimo in più prima di dire di no?
  • L’approccio: un’altra cosa che potrebbe apparire scontata, ma non lo è, la troviamo nelle prime parole che vi vengono dette. Complimenti, complimenti e complimenti. A volte nemmeno i tuoi familiari te ne fanno così tanti. Questo è perchè nel nostro cervello, una persona che ti fa degli apprezzamenti che a te sembrano sinceri, appare subito in un modo diverso e ti trovi inconsapevolmente disposto ad ascoltare cosa ha da dire.

Spero di avervi dato un’idea abbastanza chiara di cosa si intende per “tecniche di persuasione” e come secondo me devono essere usate e come no. Se però sei molto curioso come lo sono stato io di saperne qualcosa in più allora ti consiglio di leggere questo fantastico libro…

Le armi della Persuasione. Come e perchè si finisce col dire di sì. Robert B. Cialdini

Ti metto qua il link se vuoi dare un’occhiata: https://amzn.to/3oNKiHU

Ma studiare a cosa serve?

Annunci

Decido di partire da questo tema nel mio primo articolo su questo blog. Inizio da qui perchè credo che introduca bene il mio generale pensiero che vedrete nei vari articoli. Cercherò quindi di rispondere a questa domanda, “studiare a cosa serve?”

Bene, inizio con il dire che studiare serve. Penso, nonostante questo, che non sia tutto. Cerco di spiegarmi…

Lo studio, quello scolastico, se ben impartito è quello che ti fornisce le basi per creare la tua mentalità, per poter avere termini di paragone tra realtà diverse, quello che costruisce le fondamenta di tutto il tuo sapere e del modo in cui apprendere e soprattutto NON apprendere. Nonostante questo, come dicevo, non è tutto. Dico questo e voglio sottolinearlo perchè troppo spesso ho visto persone che dedicano ogni secondo della loro vita allo studio scolastico (e la maggior parte delle volte nemmeno per la conoscenza, ma per essere “gratificati da un bel voto”).

Non dico che un bel voto non gratifichi e non abbia gratificato anche me, ma io credo sia necessario a volte dare il giusto peso alle cose e piuttosto pensare a cosa ti porti dietro da una cosa studiata o un’esperienza fatta. Personalmente ho frequentato il liceo classico e poi la facoltà di ingegneria e dirai “beh lo studio non è tutto ma ti sei dato da fare”… ecco come dicevo non è tutto, ma è giusto conoscere, per poter parlare con qualcuno senza fare la “figura dell’ignorante”, per sentirsi liberi di esprimere la propria idea e motivarla con cognizione.

Un’altra cosa che mi sento di raccontare della mia esperienza è che negli anni di studio, almeno dal liceo in poi, ho sempre accompagnato lo studio scolastico alle mie passioni, ad imparare cose diverse da quelle fatte in classe (nel mio caso leggere libri e fare alcuni corsi di formazione). Devo dire che questa è una delle cose che mi ha permesso di non stressarmi eccessivamente con lo studio e di godermi anche il privilegio di sapere qualche cosa in più su di me, su realtà diverse dalla mia e su idee diverse dalle mie; e sono sicuro che anche quelle esperienze mi abbiano portato ad aprire questo blog.

Che tu sia d’accordo o meno con la mia opinione sarò felice di ascoltarti quindi commenta pure qua sotto !

Come ha inizio…

Annunci

Sono Alberto Monnanni, nella data in cui sto scrivendo questo mio primo articolo ho 19 anni e sono proprio all’inizio della mia formazione di vita.

Il mio obbiettivo con questo blog è parlare del mio percorso, del mio continuo imparare attraverso studio, letture ed esperienze personali. Non so se vi interesseranno tutti gli argomenti che tratterò, ma ecco…non si può certo accontentare tutti; se non sarete d’accordo con le mie idee potrete tranquillamente commentare con le vostre o passare all’articolo successivo. Non cerco di insegnare qualcosa, ma semplicemente cerco di raccontare ciò che imparo sperando che sia utile a qualcuno.

La prima domanda che ti fai quando inizi a scrivere in un blog è proprio “ma chi leggerà mai quello che scrivo?” oppure ancora “ma cosa ci scrivo adesso che l’ho creato?”

Beh non credo di dare una risposta proprio adesso, per adesso mi occuperò solo di parlarvi degli argomenti che troverò più interessanti durante tutta la mia formazione. E per rispondere alla prima domanda…ecco spero che qualcuno possa accompagnarmi in questo percorso, anche perchè la conoscenza in solitario la rende statica e quasi inutilizzabile…

Quindi sì, se vuoi puoi seguire il mio blog e farmi compagnia, e magari renderemo le nostre conoscenze e abilità utili a qualcuno un giorno.

Cerco di non dilungarmi ancora molto. Ti dico in breve cosa penso di trattare in questo blog, ma ti avverto, non sarò così fiscale nella scelta degli argomenti, se reputo qualcosa interessante ne parlo, altrimenti mi sentirò libero di non farlo.

Quello che tratterò riguarderà la mia formazione di vita come ho detto prima, quindi gli argomenti che voglio trattare sono quelli di cui sento parlare, quelli che studio all’università (studio ingegneria gestionale) e quelli che leggo nei libri. Di solito i generi riguardano crescita personale, intelligenza finanziaria, biografie da cui prendere ispirazione, storielle istruttive e poi tanti altri temi che possono dare informazioni in più sui comportamenti umani in generale.