Verrò a chiedervi del vostro amore

Nel costante monologo della nostra mente solo un sentimento è sempre protagonista. Spesso, però, non è ciò che pensiamo che sia. Scrivo questo articolo per indagare l’amore, per seguirne le tracce e il percorso. Per parlarvi di ciò che io reputo Amore e di ciò che, invece, è soltanto una triste bugia. Per me, essoContinua a leggere “Verrò a chiedervi del vostro amore”

Le controindicazioni di non conoscersi e la doppia faccia del rassicurante sogno borghese

Quante volte avete sentito dire dagli adulti che quelli della gioventù sono gli anni più belli della vostra vita, che passeranno velocemente e che dopo sarà tutto più difficile, tutto meno bello? Non so voi, ma io più che provare paura per queste affermazioni ho spesso provato tanta rabbia. Mi è sempre sembrato un inutileContinua a leggere “Le controindicazioni di non conoscersi e la doppia faccia del rassicurante sogno borghese”

Arrivederci ragazzi (i falsi negativi di una pandemia esistenziale)

Ristoratori, partite iva, liberi professionisti, agenzie di viaggio: sono pochi coloro che la pandemia non ha colpito. Eppure c’è un’altra categoria, a volte raccontata, spesso no, che ha sofferto e che tutt’ora soffre. I suoi disagi vengono trattati solo con l’intenzione di apparire attenti e alternativi, anche per cambiare un po’ la banale narrazione economico-socialeContinua a leggere “Arrivederci ragazzi (i falsi negativi di una pandemia esistenziale)”

Pianificare non è poi così facile

Non so voi, ma io sono ossessionato dall’organizzazione. Mi piace avere il controllo sulle cose, mi piace sapere in che direzione va la mia vita, sapere cosa verrà dopo. Massima espressione e soddisfacimento di questa libido è il fare schemi, liste, grafici etc… lo trovo estremamente rilassante. Organizzare le mie giornate di studio, avere degliContinua a leggere “Pianificare non è poi così facile”

Università, guida nella disperazione (parte 2)

Nelle puntate precedenti: tutto ciò che consigliavo prima di mettere mano direttamente ad università, materie ed esami da dare. Dopo quello che è dunque stato un primo passo verso una migliore comprensione di se stessi e dei propri interessi, può cominciare questa seconda parte. Dopo aver fatto il vostro schema, riassunto o disegno su voiContinua a leggere “Università, guida nella disperazione (parte 2)”

Università, guida nella disperazione (parte 1)

First things first: ho appena compiuto 20 anni, ho finito il liceo l’anno scorso e no, quest’anno non sono andato all’università. Dopo indecisioni, infiniti test di ammissione e iscrizioni, mi sono preso del tempo per riflettere. Perché quindi prendere consigli da me? Beh perché conosco il caos della scelta, l’ho vissuto a pieno e neContinua a leggere “Università, guida nella disperazione (parte 1)”

Etica egoista: facciamo un punto filosofico

Questo articolo si pone come legame fra l’idea di saper ascoltare le proprie emozioni e il voler Rationalmente realizzarsi. In questo piccolo percorso sull’etica si evidenzia quanto sia importante vivere per se stessi, sintetizzando in un unico monito i due inviti della nostra anima: ambizione e voluttà. Aver cura di sé, sapendo misurare in manieraContinua a leggere “Etica egoista: facciamo un punto filosofico”

Saper stare da soli, chiave dello stare insieme

Nella nostra società la solitudine è malvista. Si devono avere tanti amici, tante relazioni diverse, ci si deve interfacciare con un alto numero di persone per essere considerati socialmente accettabili, o anche di più: popolari. La popolarità ha assunto il valore di virtù personale e indispensabile per una persona socialmente “riuscita”. Ancora più importante, nelContinua a leggere “Saper stare da soli, chiave dello stare insieme”

“Ho imparato ad ascoltarmi”, sull’overthinking e la guerra testa e cuore.

Quante volte abbiamo sentito questa frase? “Ho imparato ad ascoltare i miei bisogni”. Soprattutto, quante volte abbiamo fatto finta di capire cosa significasse, solo per non riuscirci e pensare che chi la pronunciava avesse avuto troppo a che fare con comunità hippie? Sarò onesto: a me è capitato. Non capivo cosa volesse dire, perché fosseContinua a leggere ““Ho imparato ad ascoltarmi”, sull’overthinking e la guerra testa e cuore.”

La paura, la comfort zone e il coraggio di saltare nel buio

Per me la paura è sempre nata dall’ignoto, da ciò che non avevo già toccato con mano, da ciò che non avevo già visto. Ma perché? Da cosa nasce la paura, mi chiedo? Essa, per me, si è spesso generata con l’idea di perdere il controllo. La sola idea di non avere padronanza su unaContinua a leggere “La paura, la comfort zone e il coraggio di saltare nel buio”